Forum del Casato dei Rossi ~Regni Rinascimentali~
 
IndiceRegistratiAccedi
Argomenti simili
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 88 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Jolene dei Rossi

I nostri membri hanno inviato un totale di 2203 messaggi in 426 argomenti

Condividere | 
 

 [GdR] Funzioni in Chiesa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Tamititti

avatar

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 27.05.10

MessaggioTitolo: [GdR] Funzioni in Chiesa   Dom Lug 11, 2010 1:58 pm

vestita di tutto punto..con un sorriso ..mi specchio ..sono perfetta..bene ...adesso vado visitare la chiesa ..sento che sara' una bellissima giornata...sono felice..entro in chiesa ..rimango senza fiato ...grande bella ...mi sento in pace con me stessa...sono nella casa del signore.....con emozione ringrazio.....ho un famiglia bellissima ....tancredi...fratello carissimo....pizzi figlia adorata....conteromano.....l'uomo che mi rendera' felice.......metto una candela..esco sorridendo...si...sono felice
Tornare in alto Andare in basso
William314

avatar

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 23.10.10
Età : 50
Località : RR Pavia - SK Himeji - RL Alessandria

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Dom Ott 24, 2010 11:02 am

Quella Domenica mattina Padre William si trovava nella stanza che, tanto gentilmente, il suo amico Tancredi gli aveva messo a disposizione vicino alla splendida Badia di S. Maria della Neve. Si vestì velocemente e, dopo una lauta colazione, si diresse verso quel complesso abbaziale in cui aveva la ferma intenzione di svolgere la sua prima messa in onore di quella famiglia che tanto cordialmente gli aveva offerto ospitalità.
Vi arrivò, prese visione dell'interno della Chiesa, pensò, "bellissima, davvero bellissima".
A quel punto si mise dietro l'altare e, osservando la navata ancora vuota di fedeli cominciò a preparare a sua disposizione il piattino delle ostie, il calice del vino e il pregiato lino con cui avrebbe ripulito il tutto dopo la comunione dei fedeli. Poi, preso da una grande gioia che esplodeva dentro se, si avvicinò alla torre campanaria, guardò in alto verso l'imponenza di quelle campane, saggiò la robustezza delle corde e, con una felicità immensa diede il primo rintocco, poi, a costo di riempirsi di calli le mani, cominciò con frenesia a scampanare per chiamare a raccolta tutti i componenti del casato.
Tornare in alto Andare in basso
William314

avatar

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 23.10.10
Età : 50
Località : RR Pavia - SK Himeji - RL Alessandria

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Dom Ott 24, 2010 1:50 pm

Padre William si riportò dietro l'altare della Chiesa e vide che finalmente qualcuno cominciò ad entrare e prendere posto nelle panche, a quel punto indossò i paramenti sacri e cominciò la liturgia

Il Signore è la mia salvezza
e con lui non temo più
perché ho nel cuore la certezza:
la salvezza è qui con me

Fate conoscere ai popoli
tutto quello che lui ha compiuto,
e ricordino per sempre,
ricordino sempre che il suo Nome è grande

Benedici, o Signore,
l’alba il mezzodì, il tramonto.
Il mio amore per te canto
Di lodarti mai mi stanco.

Benedici le creature,
che ci danno da mangiare
benedici il cielo e il mare
servo tuo voglio restare.

Benedici il mio cammino,
fuori dentro questa Badia,
fammi dire sempre il vero,
fammi amare il mondo intero.

Nel nome dell'Altissimo e dei suoi massimi Profeti, benedico questa assemblea che con gioia è intervenuta a questa funzione domenicale.

Ora vi leggerò un passo dal libro delle virtù

Dal libro 3; San Benedetto: L'accoglienza degli ospiti

Tutti gli ospiti che arrivano saranno ricevuti come Figlio di Dio. Infatti, egli stesso dice: “Sono stato un ospite e voi m’avete ricevuto” Si ricevono tutti con il rispetto dovuto a ciascuno, soprattutto i fratelli aristotelici e gli stranieri. Perché, fin da quando si annuncia l' arrivo d'un ospite, il Superiore ed i fratelli vanno ad incontrarlo con tutto il rispetto che l'amore ispira. Cominciano pregando insieme. Quindi si danno la pace. Si dà questo bacio della pace soltanto dopo la preghiera, a causa degli inganni dello spirito del male. Nei saluti, si mostrano tutti i segni dell'umiltà a tutti gli ospiti che arrivano o che partono. Si curva la testa o ci si prosterna a terra adorando in loro Christos che si riceve. Dopo quest'accoglienza, si conducono gli ospiti alla preghiera. Quindi il Superiore o il fratello che si incarica si siede con loro. Con tutta la Comunità, il Superiore lava i piedi di tutti gli ospiti. Il Superiore versa dell'acqua sulle mani degli ospiti. Si ricevono i poveri e gli stranieri con cura e la più grande attenzione. Infatti, è soprattutto attraverso loro che si riceve Dio. I ricchi, temiamo, sono rispettati sempre. Nessun fratello va a trovare gli ospiti o a parlare con loro, se non ne ha ricevuto l' ordine. Ma se li incontra o se li vede, li saluta umilmente, come abbiamo detto, e chiede una benedizione. Quindi continua il suo cammino dicendo che egli non ha il permesso di parlare agli ospiti. Si nominerà un fratello, il frate ospitaliere, che si prenderà cura degli ospiti, con la benedizione del Superiore.

Lettura del Credo Aristotelico:


Noi crediamo nei 2 profeti che con le opere e le azioni ci hanno indicato la via per raggiungere il paradiso solare, dove siedono, con i santi e gli Arcangeli, a fianco dell'Altissimo e sfuggire dall'inferno lunare dove regnano i demoni dei vizi, a servizio dell'Essere senza Nome.

Noi crediamo in Aristotele, che è vissuto in Grecia ed hdato Alessandro, insegnado le virtù e la giustizia.

Noi crediamo nel Secondo Profeta che ha portato a compimento la parola di Aristotele e che è morto testimoniando l'amicizia aristotelica e il bene.

Noi crediamo nel battesimo e negli altri sacramenti che ci accolgono nella comunità dei credenti e ci mettono in comunione con l'Altissimo.

Ci affidiamo alla Chiesa Aristotelica, così come l'ha istituita il secondo profeta, perchè ci guidi nel nostro viaggio mortale.

Crediamo infine che seguendo la via indicata dai libri della Virtù, come sono tramandati dalla Chiesa, alla fine del viaggio terreno la nostra anima, eradicata dal corpo, potrà godere della beatitudine solare.

Amen

Ora avvicinatevi figlioli provvederò alla distribuzione del pane e del vino

Padre Guillermo spezzò il pane e rese grazie, lo offrì ai suoi discepoli e disse:
prendete e mangiatene tutti, questo è il mio corpo offerto in sacrificio per Voi.
Dopodichè, allo stesso modo versò il vino e rese grazie, lo porse ai suoi discepoli e disse:
prendete e bevetene tutti, questo è il mio sangue offerto in sacrificio per Voi.

Con questo gesto concludo la messa con una benedizione che questa famiglia possa sempre essere d'esempio per l'intera comunità italica e con le sue gesta possa portare ogni fedele verso la giusta strada che conduce alla Verità Divina.
Per questo io Vi benedico, nel nome dell'Altissimo, di Aristotele e di Christos.
La messa è finita
andate in pace
Tornare in alto Andare in basso
Boemondo

avatar

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 26.04.10

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Dom Ott 24, 2010 7:51 pm

Boemondo stava dissodando un campo nei pressi di un capanno dirigendo il lavoro di alcuni contadini quando sentì il rintocco delle campane.
Oh! esclamò meravigliato C'è quel nuovo prete che viene da fuori che si occupa della Badia ora.
Che è già ora di pranzo ormai? chiese uno dei contadini.
Bof! Di certo è l'ora della messa... oggi è Domenica! rispose un'altro togliendosi il cappellaccio di stoffa e dandosi una pulita grossolana al vestito da lavoro. Io vado ad assistere! e si avviò verso la Badìa
Si vengo anche io! Altri si aggiunsero e riposero gli attrezzi a lato del terreno lavorato, sotto una grande quercia ricoperta di foglie ormai gialle, che delimitava un confine del campo.
Ma qui lasciate il lavoro a metà? Disgraziati! ribattè il castellano.
Beh finiscilo tu se vuoi... io dei preti di città ho paura e vado ad assistere. Non voglio farlo arrabbiare! Dicono che questi sanno scrivere e potrebbero avvisare il Vescovo... e tu sai com'è strano il signor Vescovo! ribattè quello con il cappello. Gli altri fecero seguito e ben presto Boemondo rimase da solo con la vanga in mano...
Ah... vabbè. Finiremo più tardi.... oh se finiremo... Uscì dal campo dissodato calpestando le zolle di terreno rivoltate e si diresse impettito verso la Badìa.
Voleva proprio vedere questo prete di città che aveva sostituito quegli altri pretucoli di campagna che non potevano certo competere con il timore che lui incuteva nei suoi lavoratori.

Entrò nella chiesa della Badìa. Non ricordava fosse così bella. Non ricordava nemmeno l'ultima volta che vi entrò. I suoi contadini si erano radunati sulla destra dell'altare maggiore, vicino all'ambone. Qualche altro artigiano del borgo era accorso e occupavano posti qui e là in mezzo alla navata. Vide anche un paio di dame, forse le figlie stesse del Conte o sue parenti, occupare il matroneo di destra ma il velo che avevano in capo, nascondeva la loro identità.
Prese posto in fondo, nella penultima panca., appena in tempo per ascoltare l'inizio dell'omelia.

[...]

.... Amen

Ora avvicinatevi figlioli provvederò alla distribuzione del pane e del vino.
concluse padre William e cominciò a distribuire il pane. Boemondo che aveva ascoltato d'apprima con distacco ma poi con attenzione le parole del prete, ebbe una sensazione di disagio e panico. Le parole del prete erano risultate semplici ma confortevoli. Il suo messaggio era chiaro e si vergognò di aver pensato male di lui.
Turbato con se stesso per aver scoperto di apprezzare questa nuova figura, uscì dalla Chiesa borbottando mentre i suoi lavoratori ricevevano la comunione.




[GDR OFF] Con Tancredi non avrei potuto partecipare in quanto mi trovo - nella giornata di Domenica in cui si svolge il GdR - a Lodi. Quindi ho scritto con Boemondo ^_^]
Tornare in alto Andare in basso
Costance

avatar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.04.10

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Lun Ott 25, 2010 10:46 am

Costance stava mettendo in ordine la cucina, sentì le campane e chiamò le altre donne
Ci dev'essere un parroco, signore, oggi si va a messa, finiremo dopo le nostre faccende, il Conte non c'è e possiamo andare.
Quelle campane mettevano gioia, nonchè non ce ne fosse al Castello con la famiglia de Rossi, ma erano un tocco in più e una benidizione non faceva mai male ...
Seguita dalle altre domestiche, Costance si diresse alla Badia ...
Tornare in alto Andare in basso
William314

avatar

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 23.10.10
Età : 50
Località : RR Pavia - SK Himeji - RL Alessandria

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Dom Ott 31, 2010 12:59 pm

E, come la Domenica precedente, Padre William si mise a suonare le campane a raccoglimento di tutti i fedeli presenti in quel bellissimo casato!!!

Il Sacerdote indossò i paramenti sacri e, dopo l'ingresso di alcuni fedeli, introduce la messa con un canto gregoriano

http://www.youtube.com/watch?v=TP71E7QLy9A&feature=related

al termine del canto Padre guillermo benedice l'assemblea nel nome dell'Altissimo e dei suoi massimi profeti

Figlioli, in questa Santa Domenica, antecedente il giorno dei santi, vorrei ricordare i nostri defunti con una preghiera perchè essi sappiano che i nostri cuori mai li hanno abbandonati

La pace perenne accolga
Le spoglie mortali,
la luce del sole illumini,
l’anima piena di grazia
di tutti i fratelli e sorelle
che hanno lasciato la terra
e deciso di non rinascere
ma di affrontare il giudizio divino.
Ammettili, o Sommo Bene,
alla tua presenza.
Amen


Ora, dal libro delle virtù, l'Anima:

dialogo tra Aristotele e Epimanos

Aristotele e la sua famiglia abitavano già da qualche mese a Pella, la capitale della Macedonia. Nicomaco, suo padre, era infatti stato nominato medico personale del re di Macedonia, Aminta II. Aristotele cresceva in saggezza sotto la guida illuminata del suo precettore. Un giorno, di ritorno dalla palestra, Aristotele si sedette su una fontana della corte interna della casa paterna, e chiese al suo precettore:

Aristotele: “Maestro, grazie a quale meraviglia l’uomo è in grado di pensare, mentre gli animali non lo sono?”

Epimanos, il suo precettore, gli rispose:

Epimanos: “Chi può avere la presunzione di leggere il libro della natura ed estrapolarne i segreti degli dei? Ti dico questo, Aristotele: non sappiamo se gli animali pensino oppure no. L’uomo pensa, questo è certo. Ma gli animali? Ci troviamo forse nella loro mente?”

Aristotele: “Non siete d’accordo, nobile maestro, che l’uomo è incessantemente in cerca di novità?”

Epimanos: “Sì, certo, è raro vedere l’uomo star fermo e accontentarsi di ciò che possiede e di ciò che sa.”

Aristotele: “Purtroppo sì, è davvero raro, e spesso mi dico che l’uomo farebbe meglio a essere felice nella vita semplice degli antichi. Resta il fatto che tale ricerca incessante si riscontra senza sosta nell’uomo. Ma dimmi, nobile Epimanos, questa ricerca dell’uomo non è forse la prova più evidente della sua intelligenza?”

Epimanos: “Ho capito che vuoi dire: se l’uomo non cercasse senza sosta, allora questo significherebbe che si accontenta di ciò che ha ricevuto, che non innova, che neanche pensa. Di fatto, solo questa curiosità dell’uomo ci garantisce l’esistenza della sua mente.”

Aristotele: “In effetti era proprio quello che volevo dire. Vedo che non ho niente da insegnarti. Ma andiamo ancora un poco avanti. Possiedi un bel cane, vero? Un levriero?”

Epimanos: “Sì, un regalo del nostro re per il mio comportamento al suo fianco durante l’ultima guerra contro gli invasori celti. Gli sono molto affezionato.”

Aristotele: “Ti capisco. Quando addestri il tuo cane, come fai?”

Epimanos: “È molto semplice: gli ordino di far qualcosa, e quando la fa correttamente gli do una ricompensa. Se invece la fa male lo punisco in modo leggero.”

Aristotele: “Perfetto! Una volta addestrato, farà sempre bene ciò che gli hai insegnato a fare, vero? Ha capito che se non fa quello che gli chiedi non otterrà alcuna ricompensa.”

Epimanos: “Effettivamente è così. Ma non capisco dove vuoi arrivare.”

Aristotele: “A questo, maestro: quel cane così nobile e così ben addestrato fa quello che fa solo in virtù di ciò che gli hai insegnato. Non lo fa di sua iniziativa e una volta addestrato non è più in grado di cambiare. Non siete d’accordo?”

Epimanos: “È vero che per farlo cambiare bisognerebbe addestrarlo di nuovo e punirlo quando prima era premiato. E il poveretto diventerebbe pazzo. Sarebbe scandaloso.”

Aristotele: “Sì. Ma non abbiamo forse detto un attimo fa che era la curiosità dell’uomo e la sua capacità di inventare cose nuove che dimostravano che l’uomo avesse una mente?”

Epimanos: “L’abbiamo detto, in effetti. E se riesco a seguirti, ciò vuol dire che gli animali, come il mio cane, che non possono cambiare il loro comportamento da soli, non hanno la stessa mente degli uomini.”

Aristotele: “Esattamente! È dunque stabilito che esiste una differenza tra l’uomo e gli animali. Ma quale? La conosci?”

Epimanos: “No, la ignoro. Vuoi che cerchiamo insieme una risposta a ciò?”

Aristotele: “Con gioia! Ma non adesso, poiché vedo mio padre che torna dalla corte del re, e ho fretta di sapere le notizie di palazzo. Stammi bene!”

Epimanos: “Anche tu, brillante discepolo!”


Ora figlioli, recitiamo tutti assieme il nostro Credo

Divino Creatore, a te dono il mio amore
attraverso il lavoro e una vita virtuosa,
come ci hai insegnato, resto saldo nella fede
e attendo il giorno in cui verrò chiamato al paradiso solare
nella luce che accoglie i Profeti,angeli,arcangeli, santi
e tutti i buoni aristotelici.
Così sia


A quel punto Padre Guillermo versò il vino e spezzò il pane
che distribuì a tutti i fedeli puri di cuore presenti alla funzione.

Dopodichè diede un'ultima benedizione alla comunità e disse

" La messa è finita andate in pace"




Ultima modifica di William314 il Dom Ott 31, 2010 7:40 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Robyb

avatar

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Dom Ott 31, 2010 1:51 pm

Rosa era al Castello quella domenica, per assistere qualche giorno dopo al matrimonio del Conte con la bella Corinne, ne approfitto' per andare a pregare per la anime di tutti i suoi cari defunti, la sua piccola Ninì per prima.
Si mise a sedere in Chiesa ed ascolto' la messa del parroco.

Quando la funzione finì, si avvicino a Padre William:

Vi ringrazio Padre per la vostra orazione, vi rubo qualche minuto per pregare insieme per tutte le persone che abbiamo perso durante il nostro cammino terreno

Si inginocchio' davanti all'Altare ed inizio' a pregare.
Tornare in alto Andare in basso
William314

avatar

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 23.10.10
Età : 50
Località : RR Pavia - SK Himeji - RL Alessandria

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Dom Ott 31, 2010 7:36 pm

Figliola, la casa dell'Altissimo è la casa di chiunque, come Voi, voglia avvicinarsi al Paradiso Solare con le proprie preghiere.
Pregherò insieme a Voi se me lo consentite!!!

Padre William si inginocchiò a fianco alla sorella di fede madama Rosa e cominciarono assieme una breve litania in onore dei defunti!!!
Tornare in alto Andare in basso
Jolene

avatar

Messaggi : 119
Data d'iscrizione : 26.06.10

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Dom Ott 31, 2010 8:15 pm

Jolene dopo aver ascoltato la Santa Messa si raccolse in preghiera con la cognata e con Padre William.
Dentro di sè desiderò ringraziare l'Altissimo per la nascita di Giacomino che ora allietava la Famiglia .
La mamma e Giacomino godevano di ottima salute e di questo Jolene ringraziò l'Altissimo per aver permesso che andasse tutto per il verso giusto.
Tornare in alto Andare in basso
Tancredi
Admin
avatar

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 32
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Lun Nov 01, 2010 2:03 pm

Tancredi partecipò alla santa messa assieme agli altri parenti e amici per la prima volta in questa Chiesa dopo tanto tempo.
Boemondo gli aveva detto che padre William ci sapeva fare ma detto da lui, non sapeva proprio che aspettarsi.
Restò quindi piacevolmente sorpreso e unitosi ai suoi parenti in preghiera, ringraziò l'Altissimo per aver mandato una così brava persona a guidare e assistere le loro anime.
Tornare in alto Andare in basso
http://casato-dei-rossi.forumattivo.com
Corinne

avatar

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 42
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Lun Nov 01, 2010 2:20 pm

Corinne con il bimbo in braccio, assistette alla funzione .... padre William benedisse la famiglia e anche se aveva partorito da poco, lei non voleva mancanre.
Tornare in alto Andare in basso
William314

avatar

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 23.10.10
Età : 50
Località : RR Pavia - SK Himeji - RL Alessandria

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Lun Nov 01, 2010 9:42 pm

Vi ringrazio della vostra stima figliuoli e Vi assicuro che è reciproca. Sono venuto in mezzo a Voi per pregare e portare conforto e amicizia a tutti Voi, sia chi è nello sconforto, sia chi è in preda alla gioia più totale per una nuova nascita. Sarò felicissimo di poter condividere con ognuno di Voi ogni istante di vita di questa famiglia e sono pronto a soddisfare ogni vostra esigenza di fede!!!
Un fraterno abbraccio a tutti
Tornare in alto Andare in basso
Robyb

avatar

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Mar Nov 02, 2010 1:49 pm

2 Novembre 1458
Una triste giornata per Rosa, appena arrivata a Parma, fu raggiunta da una triste notizia, la morte della cara Zia Tanba.
Non era una sorpresa, era malata da tempo.

Si reco' a Torrechiara per pregare nella Badia e cercare conforto nel parroco di famiglia.
Tornare in alto Andare in basso
Corinne

avatar

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 42
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Mar Nov 02, 2010 3:12 pm

Corinne si avvicinò a Roby, in chiesa a pregare per Tanba
Tornare in alto Andare in basso
William314

avatar

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 23.10.10
Età : 50
Località : RR Pavia - SK Himeji - RL Alessandria

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Mar Nov 02, 2010 7:28 pm

Padre William vide arrivare la due figliole che lo informarono della perdita della loro zia cosicchè, preso il suo messale, si mise a pregare con loro e benedire l'anima della cara congiunta scomparsa perchè essa venga accolta nel Paradiso Solare di sicuro meritevole!!!
Tornare in alto Andare in basso
Jolene

avatar

Messaggi : 119
Data d'iscrizione : 26.06.10

MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   Mar Nov 02, 2010 9:22 pm

Saputo della triste notizie, Jolene cercò la cognata per darle conforto.
La trovò in Chiesa ,in preghiera con sua madre e Padre William.
L'abbracciò, poi sospirò pensando che i proverbi a volte non falliscono e davvero "non c'è matrimonio dove non si piange " , al fine non le restò che unirsi alla preghiera per l'anima di Tanba.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: [GdR] Funzioni in Chiesa   

Tornare in alto Andare in basso
 
[GdR] Funzioni in Chiesa
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Siti satira religione e chiesa
» Usa, prete rubava soldi chiesa per pagare gigolò, condannato a 3 anni
» Affidare la Chiesa agli Atei
» Modi originali per arrivare in Chiesa!
» Il potere temporale della Chiesa

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Castello di Torrechiara :: Viaggio al Castello di Torrechiara... :: I Dintorni del Castello :: Badia di S.Maria della Neve :: Interno della Chiesa-
Andare verso: