Forum del Casato dei Rossi ~Regni Rinascimentali~
 
IndiceRegistratiAccedi
Argomenti simili
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Statistiche
Abbiamo 88 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Jolene dei Rossi

I nostri membri hanno inviato un totale di 2203 messaggi in 426 argomenti

Condividere | 
 

 Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Tancredi
Admin
avatar

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 32
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Sab Set 11, 2010 7:00 pm

Tutti si sedettero. Tancredi aveva al suo fianco Cangrande e Corinne che si mise a capotavola per essere più comoda. Tancredi guardò Eline che giocherellava nervosa con le posate mentre suo figlio rimaneva tranquillo, almeno in apparenza, come se aspettasse qualcosa e niente ancora fosse successo. Rosa conosceva bene Edoardo e chiacchierava con lui per smorzare la tensione e tranquillizzarlo, permettendogli di prendere confidenza intanto con i nuovi futuri probabili famigliari.
Possiamo iniziare direi... se qualcuno arriverà in ritardo, mangerà quello che trova. Sentenziò.
Constance! Constance! Possiamo iniziare. Fai portare in tavola.
Sorrise a tutti augurando un buon appetito e quindi tornò ad osservare senza dare tanti sospetti Edoardo, Cangrande ed Eline... qualcuno prima o poi avrebbe iniziato un certo discorso...
Tornare in alto Andare in basso
http://casato-dei-rossi.forumattivo.com
Costance

avatar

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Sab Set 11, 2010 7:46 pm

Costance stava finendo di mettere i cibi nei piatti da portata, con attenzione faceva scivolare le carni nei vassoi, mentre assaggiava le delizie che aveva cucinato con cura, leccandosi le dita.
mmm proprio buono speriamo che ne avanzi un po'
Constance! Constance! Possiamo iniziare. Fai portare in tavola.
Udì il Conte che la chiamava e subito si rivolse alle donne, ordinò alle domestiche di cominciare a servire ai tavoli, indicò di prendere i confetti speziati al cumino dei prati ricoperti di miele e il vino addolcito e corretto al latte

Susu non facciamoli aspettare, prendete i confetti e il vino portateli di là e tornate immediatamente di qua a prendere il resto!
Le domestiche tutte in fila svelte come il vento e sotto l'occhio vigile di Costance portarono l'aperitivo e tornarono indietro pronte a prendere i cesti di uva e mele, per aprire il pasto.
Mentre queste uscivano con la frutta, Costance dava un'occhiata alle verdure fumanti, cavoli lessi conditi con l'olio ligure.
Poi rigustò di nascosto il pollo dorato alla Gigiotto, prendendone un pezzettino, era la sua ricetta preferita, lo aveva preparato prima e ora era in bella vista nei piatti, aveva imbottito i polli di pancetta tagliata a striscioline, rosmarino, salvia, uno spicchio d’aglio, sale e pepe durante la cottura li aveva spalamti con la pastella fatta con tuorli d’uovo, farina, zafferano, zenzero, che dava loro quel colore dorato.
Questo era il primo piatto e quindi seguì le donne per vedere la reazione dei commensali, le piaceva vedere le impressioni che i suoi piatti suscitavano.

Tornare in alto Andare in basso
Robyb

avatar

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Sab Set 11, 2010 9:24 pm

Entrarono le domestiche e Rosa senti' subito un odorino delizioso.
Riconobbe lo zenzero, il rosmarino e senti' perfino un po' d'aglio, doveva essere una vera squisitezza quel pollo.
Uno dei servitori le mise il piatto dinnanzi e tutti i sensi si concentrarono su di esso.
Rosa non poteva fare a meno di annusare, benche' non fosse molto elegante, la pietanza che le avevano appena presentato, attese a fatica che tutti fossero stati serviti e senza vergogna si tuffo' sul pollo ripieno.
Ne taglio' un pezzo per vederne l'interno, riconobbe ancora lo zafferano che dava un colorito giallo e vide la pancetta a dare maggiore sapore al tutto.
Ne assaggio' un primo pezzo ad occhi chiusi per gustarlo appieno, era una vera delizia per il suo palato, non aveva mai gustato nulla di cosi invitante.
Fece un cenno ad una delle domestiche che le si avvicino'.
Per favore dite a Costance che il suo pollo imbottito e' davvero spettacolare, pregatela di darmi la ricetta, sono sicura che mio marito lo gradira' anche a casa.
Congedo' la ragazza e riprese a assaggiare il delicato piatto.
Tornare in alto Andare in basso
Eline

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 5:38 am

Continuava a giocherellare con la forchetta portando il cibo da una parte all'altra del piatto, Angelica fissava il piatto che aveva di fronte, aveva sempre detestato il pollo e poi quel giorno aveva lo stomaco chiuso. Ogni tanto lanciava uno sguardo ai parenti, il padre le era capitato proprio di fronte e stava li a fissarla di tanto in tanto senza aprire bocca. Ogni tanto uno sguardo ad Edoardo, seduto alla sua sinistra, uno sorriso per tranquillizzarlo e tornava a guardare altrove. Era nervosissima, voleva rompere quel silenzio e la tensione che si era creata, ma non sapeva come fare...voltandosi alla sua destra vide la zia che cercava di arraffare più cibo possibile... ecco la solita golosa, sempre a mangiare pensa... iniziò a fissare la forchetta, li il colpo di genio! senza farsi vedere e con molta naturalezza portò la mano sotto il tavolo e con un gesto deciso punzecchiò la zia Jolene che sobbalzò... Angelica chinandosi verso di lei iniziò a sussurrarle "zia non pensare a mangiare! qui ci sta troppa tensione aiutami...papi mi terrorizza per come mi fissa, dai volevi conoscere Edoardo rompi questo silenzio che non resisto più!" Jolene con la bocca ancora piena fece un cenno di capo alla nipote, mentre lei continuava a guardare prima il fidanzato, poi il padre fino a che non iniziò a girarle la testa...
Tornare in alto Andare in basso
Jolene

avatar

Messaggi : 119
Data d'iscrizione : 26.06.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 3:32 pm

Jolene stava gustando le portate servite a tavola , nella stanza calarono minuti di silenzio, notava che Eline era nervosissima fino a quando non glielo disse apertamente con il suo solito "adorabile" modo di fare.
Ad un tratto Jolene sobbalzò dalla sedia per una punzecchiata ricevuta da una forchettata di Angelica che attirata la sua attenzione le disse
"zia non pensare a mangiare! qui ci sta troppa tensione aiutami...papi mi terrorizza per come mi fissa, dai volevi conoscere Edoardo rompi questo silenzio che non resisto più!"
Jolene deglutì in fretta , bevve un sorso d'acqua prima che si strozzazze un pò per la forchettata e un pò per quella tensione che aleggiava nell'aria.
Accidenti che giornata, c'è una tensione che si taglia a pezzi, mica solo il pollo eh. Piccola, hai ragione , stai tranquilla ci penso io .
Così dicendo, sorrise alla nipote , poi si rivolse a Tancredi
Papà, scusami se non ti ho risposto prima, ma presa dasll'arrivo di Cangrande e Rosa mi son distratta per salutarli. Credo che ben presto Roberto verrà al Castello di Torrechiara accompagnato dalla mamma, Dama Imprimatur che finalmente è rientrata da una delle sue innumerevoli visite di beneficenza ai Monasteri, per richiedere la mia mano.
Sorrise al padre , felice al pensiero, poi si rivolse all'ospite
Edoardo vedo che apprezzi la nostra cucina e sono contenta che sia di tuo gradimento.
Come mai ci hai fatto l'onore di questa visita? Ti tratterrai a lungo?

Diede una leggera ginocchiata d'intesa ad Angelica e guardava il fratello e la cognata come per dir loro "Essu, cerchiamo di mettere a suo agio questo benedetto ragazzo, cerchiamo di capire le sue intenzioni e di conoscerlo un pò prima di ogni cosa e rilassiamoci, vi prego!


Tornare in alto Andare in basso
Minerva

avatar

Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 04.05.10
Età : 40
Località : RR: Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 4:05 pm

Un rumore di zoccoli precedette il suo arrivo nel cortile, dove fermò Argo con un gesto brusco, che il destriero non manco a sottolineare con una lieve sgroppata.

Sofia saltò giù velocemente
- Perdonami amico mio - sussurrò lasciandolo alle cure dello stalliere.

La donna non veniva spesso quanto avrebbe desiderato al castello Dei Rossi ed era arrivata in fretta e furia perchè desiderava parlare col padre di alcune questioni, ma quando entrò nel castello, un servitore s'inchinò

- Milady credo la stiano aspettando di là - avvisò

Sofia sgranò gli occhi - Oibò, cos'ho dimenticato? - chiese più a se stessa che al servitore, mentre cercava di sistemarsi alla bene meglio l'uniforme e i capelli, non era certo vestita elegante, ma l'uniforme comunque le donava un'aria seria.. almeno quello.

Prendendo un profondo respiro fece il suo ingresso nella sala ove gli altri stavano mangiando e arrossì: c'era quasi tutta la famiglia riunita, per Aristotele cosa aveva dimenticato?

Sperando di non fare notare a nessuno il suo stupore si avvicinò
-Scusate il ritado, spero sia rimasto ancora qualcosa da mangiare- elargì un gran sorrisone buttandola sullo scherzo
Tornare in alto Andare in basso
Corinne

avatar

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 42
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 4:38 pm

Corinne si stava gustando il pollo, mentre Jolene dopo le occhiate con Angelica iniziò a parlare per rompere il silenzio che si era creato, c'era tensione ...
Edoardo vedo che apprezzi la nostra cucina e sono contenta che sia di tuo gradimento.
Come mai ci hai fatto l'onore di questa visita? Ti tratterrai a lungo?
Tesoro, forse non te l'ho ancora detto, Edoardo è mio nipote...
disse Corinne...
poi entrò in sala Sofia dicendo :
Scusate il ritardo, spero sia rimasto ancora qualcosa da mangiare!
Vieni tesoro! certo che c'è posto e del pollo anche per te !

Corinne si alzò per andare incontro alla figlia,
vedi tesoro oggi abbiamo un ospite
Ti presento mio nipote Edoardo e fra poco ci spiegherà il motivo della sua visita ...

timidamente riprese posto al capotavolo , il piccolo scalciava ed era meglio se si risedeva


Ultima modifica di Corinne il Dom Set 12, 2010 8:15 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Minerva

avatar

Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 04.05.10
Età : 40
Località : RR: Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 5:22 pm

Sofia abbracciò la madre e la seguì con lo sguardo mentre si sedeva, doveva riguardarsi nelle sue condizioni

Si volse verso l'ospite - Lieta di conoscervi Ser Edoardo - sorrise dando un bacetto al padre per poi sedersi a tavola
Tornare in alto Andare in basso
Djtre

avatar

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 07.09.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 5:29 pm

Ti presento mio nipote Edoardo e fra poco ci spiegherà il motivo della sua visita ...
disse Corinne alla nuova arrivata, quindi Edoardo si alzò dalla sedia per presentarsi
"Piacere, Edoardo Sforza" dopo aver fatto il baciamano continuò "sono il fidanzato di Angelica".

Attese qualche secondo, finchè Minervae prese posto, poi iniziò:
"Scusate, ho una cosa importante da dire, ne approfitto ora che sono in piedi".
Si schiarì la voce, mentre vide nei vari volti un sorriso quasi di sfida, poi guardando il Duca e il Conte disse:

"Come ben sapete, sono venuto fin qui per iniziare una nuova vita.
Non sono mai stato bravo con i discorsi importanti, quindi non ci girerò tanto intorno".


A questo punto Edoardo fece un bel respiro, per concludere "Sono qui per chiedere la mano di vostra figlia,Duca.
Ci abbiamo pensato molto, e vorremmo sposarci il prima possibile. La amo più di ogni altra cosa al mondo ed è ormai diventata la mia ragione di vita: sono pronto a tutto per servirla in modo tale da non farle mancare mai nulla.


Edoardo, con occhi lucidi, aprì una scatolina

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Quindi si bloccò in attesa della reazione di Cangrande.
Tornare in alto Andare in basso
Jolene

avatar

Messaggi : 119
Data d'iscrizione : 26.06.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 6:06 pm

Jolene accarezzò il pancione di Corinne con tanta delicatezza e affetto.
Mamy non vedo l’ora di veder scorazzare per le stanze del castello un altro piccolo da coccolare.
Ah bene , se Edoardo è tuo nipote , quindi siamo in famiglia e sono certa che egli sarà all’altezza della situazione
.
Mentre parlava con Corinne , arrivò Sofia e Jolene corse ad abbracciarla dopo aver atteso che salutasse Tancredi.
Intanto l’attenzione delle donne fu carpita dalla voce di Edoardo che manifestando le intenzioni di chiedere la mano di Angelica mostrò l’anello di fidanzamento per lei.
Jolene rimase a bocca aperta .
L’anello era bellissimo, il diamante luccicava, guardò Angelica
Diede una gomitata ed una ginocchiata ad Angelica , le prese la mano e le sussurrò
Svegliaaaaa.
Eline era a bocca aperta e non proferiva parola
Tesoro hai ragione ad essere emozionata, quell’anello è davvero stupendo, ma svegliati ! altrimenti lo prendo e me lo infilo al dito destro !
Al sinistro mai, lì andrà sempre l'anello di Dottoroby.!
ridacchiò, sorrise ad Angelica, felice per lei.
Tornare in alto Andare in basso
Eline

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 6:48 pm

"Scusate, ho una cosa importante da dire, ne approfitto ora che sono in piedi".

Il cuore le si fermò di colpo per riprendere velocemente il suo battito, lo sentiva quasi in gola e le mani presero a tremare. Non avrebbe mai pensato ad una reazione simile...ascoltava il suo fidanzato in silenzio, ogni tanto lanciava uno sguardo al padre che stava li a fissarlo serio e piano piano spostava lo sguardo sul resto della famiglia. Edoardo aveva concluso, si vedeva che era emozionato e anche imbarazzato, era così dolce... Angelica non riusciva a proferire parola era rimasta con la bocca spalancata per tutto il tempo, era talmente attenta alle reazioni e alle espressioni del padre e della madre che non sentì nemmeno la gomitata e la pedata di zia Jolene che prendendole la mano con la sua delicatezza da elefante le urlò di svegliarsi.

tesoro hai ragione ad essere emozionata, quell’anello è davvero stupendo, ma svegliati ! altrimenti lo prendo e me lo infilo al dito destro !

Angelica fulminò la zia con lo sguardo, per poco non le ringhiava contro "ferma tu!! fattelo regalare dal tuo fidanzato che questo è mio *-*" e rivolgendo lo sguardo al suo Edoardo, gli sorrise per rassicurarlo e quasi con un filo di voce, era ancora fortemente emozionata, "Amore è stupendo, tu sei stupendo...ti amo!" e voltandosi verso i genitori e il nonno aspettò una loro reazione

Tornare in alto Andare in basso
Robyb

avatar

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 6:53 pm

Ecco, era finalmente giunto il momento.
Edoardo si era deciso!
Rosa sorrideva nel vedere l'ospite così imbarazzato, sapeva che non gli piaceva fare discorsi pubblici, e lo trovò davvero buffo.
Per diverso tempo aveva avuto modo di conoscerlo e nonostante lo prendesse sempre in giro, sapeva che era una brava persona, lo sapeva innamorato della sua piccina e lei di lui.
Ma non resisteva a stuzzicarlo nemmeno in quella occasione, cosi' decise di fargli passare l'imbarazzo distraendolo un po'.

Ohhh !!! Finalmente un anello come si deve!!!!
Questo si che e' un anello serio, non come quel brillocco con cui ti eri presentato ad Alessanria tempo fa!
Un diamante vero e non un pezzo di vetro, bravo Dj !!!!


Lo guardo' , ma lui non l'aveva nemmeno sentita, era troppo terrorizzato dalla reazione che avrebbe avuto suo marito.
Sorrise e discretamente si avvicino' a Cangrande per sussurargli all'orecchio.

Amore, credo proprio che questo sia l'uomo giusto per tua figlia.
E' premuroso con lei e quando litigano lascia sempre che sia Eline ad averla vinta, quindi e' di sicuro innamorato di lei.
Sii severo nel parlargli, fagli capire che non accetteremo un ripensamento da parte sua, nel caso lo andiamo a prendere e Zaccccccc!

Fisso' il marito in quei meravigliosi occhi blu, e prosegui' sottovoce.
Amore ricordati quando e' successo a noi, quando ci si ama davvero, si ha voglia di stare sempre insieme e sia Edoardo che Angelica non vogliono altro.
Appoggio' la mano su quella di lui e gli sorrise dolcemente, poi attese che il marito decretasse.


Citazione :
Messaggio da Fahe.
Ha problemi di connessione con il pc e non riesce a collegarsi per piu' di qualche minuto alla volta che impiega per fare il Duca, quindi spero abbiate un po' di pazienza finche' non risolve al meglio la cosa.
Tornare in alto Andare in basso
Tancredi
Admin
avatar

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 32
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 8:58 pm

Tancredi smise di masticare ed ascoltò il silenzio successivo alla dichiarazione, guardando le reazioni dei presenti. Per ogni uomo forse quello era il momento più delicato, dove il tempo si fermava e tutta la concentrazione era indirizzata verso il padre o il fratello dell'amata, al quale si chiedeva la mano.
Seduto a quella tavola, Edoardo non era in svantaggio. A parte Cangrande che ancora pareva falsamente assopito ma invece stava misurando il discorso da dire, Rosa sembrava ampiamente accondiscente mentre poteva godere dell'appoggio di sua zia Corinne che nel frattempo stava divorando tutto ciò che gli capitava a tiro affiancata dalla loro Jolene che teneva a cuore la felicità di Eline, come il resto delle zie d'altronde.
Era come se giocasse già in casa insomma, ma la casa, in questo caso la figlia, era di Fahellas.
Gli scappò da ridere ma cercò di mascherarlo bevendo un sorso di vino con la coppa che condivideva con Corinne. Quindi si sentì al centro dell'attenzione, come se si aspettassero qualcosa da lui ma rispose alzando le sopracciglia e pulendosi la bocca con il tovagliolo ed indicando Fahe con la coda dell'occhio, che sedeva al suo fianco destro.
A me piace... sussurrò a Corinne e poi tornò a concentrarsi sul suo pollo, ascoltando i pareri dei commensali.
Tornare in alto Andare in basso
http://casato-dei-rossi.forumattivo.com
Minerva

avatar

Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 04.05.10
Età : 40
Località : RR: Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 12, 2010 10:00 pm

Sofia guardò tutta la scena, era davvero felice per la nipote, ma non era lei che doveva parlare in quel frangente, così iniziando a divorare tutto quasi al pari della madre, passò lo sguardo curioso prima dalla madre, poi al padre, poi alla cognata e infine al fratello.

Sorrise quella situazione era inaspettata e la divertiva.
Tornare in alto Andare in basso
Boemondo

avatar

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 26.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Mar Set 14, 2010 2:10 am

Mhmm che buono... Boemondo stava ripulendo una tegama di terracotta dove erano stati preparati i polli prima di essere portati in tavola, adoperando pezzo dopo pezzo, una intera pagnotta di pane nero di segale per raccogliere il sugo, il ripieno fuoriuscito dalla cottura e i pezzetti di pelle caduti qui e là.
Si era appartato in un angolino della cucina in modo tale da avere a portata di mano qualsiasi cosa scappasse all'attenzione dei cucinieri. Non che questi potessero dirgli qualcosa... era Constance che lo teneva d'occhio, più intimorita per i suoi piatti che la pancia del marito che cresceva ogni giorno.
Signore è arrivato un messaggero. Un armigero che era di guardia la portone attirò la sua attenzione, entrò nelle cucine e si avvicinò a lui.
Mi ha dato questo.Gli porse una busta. Il castellano la prese e vide il sigillo rosso del Collegio dell'Araldica e borbottò.
Grazie Edgardo, puoi andare. Incerto sul da farsi, roteò la lettera tra le mani ed infine decise di consegnarla subito, magari a fine portata... poteva contenere l'importante notizia che il Conte attendeva da tempo...
Tornare in alto Andare in basso
skarlotta

avatar

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 03.06.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Mar Set 14, 2010 1:45 pm

Skarlotta era riuscita a fatica ad arrivare al Castello...molti imprevisti l'avevano trattenuta durante il tragitto; ma sapeva che avrebbe dovuto fare in fretta. La sua Eline era lì, e con lei anche colui a cui aveva donato il suo amore...
Le sembrò strano pensare a sua nipote in quei termini; quella peste le mancava tanto e non poteva perdere quest'occasione.

Entrò di corsa, si fermò sull'ingresso e cercò di capire dove fosse riunita la famiglia.
Li raggiunse e si guardò intorno. Il posto di suo padre in quel momento era vuoto; rivolse così un sorriso alle sorelle e al fratellone e salutò allegramente Corinne e la cara Rosa.

Notò un clima come di "attesa"...
Ehm...forse sono arrivata proprio nel momento meno opportuno...accidenti a me...
Si avvicinò ad Eli, baciandola sulla guancia; notò l'anello e sgranò gli occhi... "Momento migliore non poteva proprio esserci invece"
così pensando le strizzò l'occhio e si fece da parte, sedendosi al fianco di Sofia e Jolene.
Tornare in alto Andare in basso
Tancredi
Admin
avatar

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 32
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Mer Set 15, 2010 5:35 pm

Si era assentato qualche minuto per andare a parlare con Boemondo che lo aveva preso in disparte. Gli aveva consegnato una busta e l'aveva aperta immediatamente rompendo il sigillo rosso del Collegio dell'Araldica ed ungendo la carta che la componeva.
Forse è meglio se me le lavo... convenne guardando all'interno il contenuto, una pergamena finemente ricamata ed una lettera. Anche Boemondo aveva partecipato a deturpare la candida carta della busta che ora appariva più simile ad un tovagliolo usato dopo un pasto.
Già... concordò il castellano.
Tancredi corse in cucina dove si lavò accuratamente e tornò da Boemondo che sorreggeva ancora la busta per i due spigoli superiori con la punta delle dita, attento a non fare danni all'interno. Tancredi quindi estrasse la pergamena e la lettera con accuratezza e le lesse velocemente. Il volto sorridente del conte fece capolino davanti al volto di Boemondo. Pensò di abbracciarlo per la felicità ma un'ultima occhiata a quell'omone dalla barba unta ed il vestito chiazzato lo fece desistere.
Evviva... disse solo con la voce strozzata dall'emozione e gli occhi lucidi.
Corse in cucina e tutti, nel silenzio più assoluto, lo fissarono. Tancredi guardò i presenti uno ad uno e si accorse dell'arrivo di Skarlotta
Ciao amorino ben arrivata le sorrise. Si avicinò quindi al capotavola ed apri la lettera e la mostrò a tutti.

Eccellente Conte,
il Vostro Casato è stato riqualificato come Nobile, potete richiedere l'aggiornamento del blasone.

I mie omaggi,

Francesco Saverio Visocnti
Barone di Angera


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

E quindi mostrò la pergamena, tenendola ben lontana dalla portata delle loro mani unte.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Perdonate se ne ho approfittato dell'occasione ma era una notizia che aspettavo da tempo[i] disse mentre mostrava la pergamena che sanciva la riqualificazione
e della quale dobbiamo essere tutti molto felici perchè ciò ricompensa i nostri sforzi. Ed intanto da altro tempo al mio figliolo per pensare... sorrise.
Tornare in alto Andare in basso
http://casato-dei-rossi.forumattivo.com
Corinne

avatar

Messaggi : 517
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 42
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Mer Set 15, 2010 11:37 pm

Corinne appena Tancredi finì di parlare, si alzò per abbracciare e baciare il suo amato.
Congratulazioni amore mio disse con le lacrime di gioia che scivolavano sul suo viso, poi prese un calice con il vino e disse...
Scusate ... propongo un brindisi a questo casato a chi ne fa parte da sempre e a chi è appena arrivato!
strizzando l'occhio al nipote, e pensando intanto Cangrande avrà tempo per pensare a cosa dire ...


Ultima modifica di Corinne il Ven Set 17, 2010 10:53 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Eline

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Ven Set 17, 2010 8:42 pm

Angelica lanciava sguardi preoccupati al suo Edoardo, il padre stava zitto ormai da un po. Fortuna volle che arrivò la zia Skarlotta, sicuramente mandata dalla provvidenza, l'abbraccio forte ed emozionata le mostrò l'anello facendole capire cosa stava succedendo.
Improvvisamente irruppe nella stanza il nonno con una missiva in mano a smorzare quel silenzio e quei pochi bisbigli, iniziò a parlare dando una splendida notizia. Tutti iniziarono a congratularsi fino a che non arrivò il suo turno.... Nonnino sono felice! finalmente la nostra famiglia ha il titolo che gli spetta!! gli sorrise e continuò sussurrando... Nonno ma che dici se ammazziamo papi? così dai il consenso tu, io mi sposo e siamo tutti felici e contenti ihihi diede un bacio sulla guancia a nonno e tornò a sedersi in attesa di sentire suo padre
Tornare in alto Andare in basso
Fahellas

avatar

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Sab Set 18, 2010 11:36 pm

Cangrande era in silenzio ormai da diversi minuti.. probabilmente visto cosi sembrava ebete,magari lo era davvero, ma non era quello il momento per pensarci. Purtroppo era giunto quel giorno, il giorno che tanto aveva sperato non arrivasse mai.. la sua bimba… sembrava ieri che picchiava i suoi amichetti o che dava fuoco ai vestiti delle serve.. Avrebbe voluto non parlare per sempre, allontanare ancora un po’ quel momento, ma ormai non poteva indugiare oltre

“Quindi” iniziò e tutt attorno tornò il silenzio “ Tu sta sera sei venuto qui per chiedere la mano della mia bimba..Molto probabilmente, l’avessi fatto qualche mese fa ti avrei tagliato una mano.. e con felicità per lo più… ma ahimè credo sia giunta l’ora di lasciarla andare. Se questo è anche il suo desiderio, se anche lei vuole dividere il resto della sua vita con lei, non sarò certo io a mettermi tra la mia adorata bimba e la sua felicità. Ovviamente, faccio a meno, di ricordati, che se la tratti male la mia faccia sarà l’ultima cosa che i tuoi occhi vedranno!!”

Guardò la figlia “ Stellina mia, sei sicura?”
Tornare in alto Andare in basso
Eline

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 19, 2010 12:50 am

Finalmente il momento era arrivato... il Duca dopo un lungo silenzio aveva parlato. Angelica aveva le mani che tremavano, temeva le parole del padre, in silenzio lo ascoltava voltandosi di tanto in tanto a guardare i visi degli altri parenti. Man mano che continuava il suo discorso iniziò a tranquillizzarsi, un accenno di sorriso comparve sul suo volto. Poi il Duca si rivolse a lei:

“ Stellina mia, sei sicura?”

Angelica adorava quando suo padre la chiamava così, era sempre preso dai suoi mille impegni ed ogni piccolo gesto o parola per lei erano importanti... guardò prima Edoardo, poi tornò con lo sguardo verso suo padre e con voce tremante iniziò a parlare..

"Papà, grazie per le tue parole, sei stato molto comprensivo e so che vuoi il mio bene...." restò un attimo in silenzio, prese un lungo respiro e tornò a parlare "io amo Edoardo più di ogni altra cosa, senza di lui morirei, sono sicura di ciò che voglio...voglio lui, voglio sposarlo, so che non sarà facile per via delle nostre origini, ma cercheremo insieme di superare tutti gli ostacoli che si presenteranno" finì di parlare, il cuore le batteva fortissimo, guardò nuovamente in silenzio aspettando che qualcuno parlasse...
Tornare in alto Andare in basso
Tancredi
Admin
avatar

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 24.04.10
Età : 32
Località : Parma

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 19, 2010 8:49 pm

L'atmosfera si era distesa da quando Tancredi aveva estratto la pergamena della nobiltà e i presenti si complimentavano, distraendoli per qualche minuto da quell'argomento alquanto delicato... ma quando Fahellas dopo una grande attesa parlò, tutti si zittirono e lo ascoltarono.

Sentì parlare il suo figlio, il suo erede, ed infine sorrise. Aveva parlato bene... senza esagerare troppo con le minacce verso Edoardo ma mantenendo una dolce attenzione verso sua figlia, un sentimento di affetto che teneva sempre nascosto a tutti, anche a lei, ma Tancredi sapeva bene che quel legame era forte e le voleva un mondo di bene... Altrimenti non litighereste tanto tesorino mio... rispondeva sempre ad Eline quando veniva a sfogarsi con il nonno.

Ascoltò quindi Eline che si spogliava di ogni paura e timore e rivelava tutto il suo sentimento. Quanto hai sofferto piccola Eli pensò guardandola dopo che ebbe finito di parlare, ora sono proprio felice per te che hai trovato l'amore...
Sorrise... guardò i suoi figli raccolti al tavolo, guardò Rosa emozionatissima e la sua dama che sedeva al suo fianco, rapita anch'essa da quel magico momento. Avrebbe voluto dire qualcosa ma ora non stava a lui. Si trattenne ed il suo sguardo si posò ora su Edoardo...
Tornare in alto Andare in basso
http://casato-dei-rossi.forumattivo.com
Jolene

avatar

Messaggi : 119
Data d'iscrizione : 26.06.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 19, 2010 11:09 pm

Scusate ... propongo un brindisi a questo casato a chi ne fa parte da sempre e a chi è appena arrivato!
disse Corinne, con il viso rigato da lacrime di gioia e di commozione.
La sua mamma era ancora più bella e dolce quando lasciava trasparire tutti i suoi sentimenti per Tancredi.
E' vero! la riqualificazione del Casato è una notizia meravigliosa , brindiamo!
disse Jolene , porgendo un calice alla dolcissima Skarlotta appena arrivata e con cui aveva tanta voglia di far due chiacchiere.
Intanto guardava e sorrideva ad Angelica che era emozionatissima, poi guardò Edoardo che in un certo senso sembrava gradire quell'interruzione perchè così gli veniva data occasione per riflettere bene prima di rispondere a Cangrande.
Edoardo stava per assumere un impegno serio ed importante, sicuramente si era reso conto che tutta la Famiglia era pronta a sostenere Angelica in qualsiasi momento e ora spettava a lui proferire le giuste parole.
Tutti si alzarono in piedi tenendo tra le mani il calice e all'unisono alzarono i calici .
Il leggero tintinnio del cristallo e i volti sorridenti e felici dei commensali furono un momento di felicità memorabile.
Jolene si avvicinò a Tancredi e unendo il calice al suo disse
Papà è una notizia meravigliosa, un traguardo assolutamente degno di nota.
Sei attento e dedito alla Famiglia in ogni cosa che fai, dall'amore che nutri per ognuno di noi all'attenzione che hai per tutto ciò che può darci benessere , soddisfazione, orgoglio ed onore.
Grazie del tuo Amore, del tuo impegno, della tua dedizione , sei un Padre meraviglioso.

Lo abbracciò forte e restò qualche minuto stretta a lui.
Tornare in alto Andare in basso
Robyb

avatar

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   Dom Set 19, 2010 11:45 pm

Era un momento magico quello che stavano vivendo attorno a quella tavola, la piccola Angelica che stava per sposarsi, Tancredi cone quella bella notizia sul Casato, c'era aria di festa finalmente, per tutta la famiglia.
A Rosa piaceva stare in compagnia con i famigliari, e cene come quelle la rendevano felice, perche' era in mezzo a persone che amava e che la ricambiavano.
Guardo' il marito, la figlia, i suoceri e le cognate, era una immagine meravigliosa che si era impressa nella sua mente e che sarebbe rimasta in lei per sempre.
Corinne propose un brindisi e Rosa assieme al marito e a tutti gli invitati si alzo' per brindare aquella meravigiosa ed indimenticabile serata.
Fece l'occhiolino alla sua bambina ormai cresciuta come per dirle ... visto che e' andato tutto bene!?!?!
Poi si avvicino' al marito, lo bacio' sulla guancia e nella sua mente penso' :Ti amo amore mio, ora piu' che mai! , alzo' il calice e brindo' assieme agli altri.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi   

Tornare in alto Andare in basso
 
Edoardo Sforza detto "Djtre" alla Corte dei Rossi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Il Palazzo Reale di Napoli e la Corte Palatina: pareri
» l'ho detto alla mia collega
» Mi hanno detto che....
» L'avevo detto io!! La Gangja non è poi cosi male!
» conferma ricovero alla 35 settimana

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Castello di Torrechiara :: Viaggio al Castello di Torrechiara... :: Sala dell'Attesa-
Andare verso: